RSS

Lo zoo di FB – Le donne. Parte prima.

08 Lug
Pausa dal lavoro, decido di dedicarmi ad uno dei miei passatempi psicotici preferiti: l’esplorazione di profili random di Facebook.
Stamane ho deciso di farmi del male, e mi sono concentrata sui profili , italiani ovviamente, di perfette sconosciute.Per carità, non mi permetto di giudicare, anche perché c’è chi vedendo il mio profilo e le mie foto\note\cose mi ha chiesto se ero già in cura da un bravo psicologo.
Però almeno posso dire di non rientrare nelle 3 inquietanti categorie che ho selezionato stamane. Fortunatamente v’è ancora una certa varietà, quindi si trovano anche profili  di donne normali, ma aumentano esponenzialmente il numero di profili di ragazzine con una disinvoltura da far passare Cicciolina per una suora carmelitana. Foto in tanga, in topless, finti amplessi col ragazzino brufoloso di turno.

  • Queste sono le PBC (Piccole BagasceCrescono).

Eh sì, piccole, perchè al massimo hanno 13\14 anni, queste sante dispensatrici di fig..ure di merda per il genere femminile.
Sia chiaro, non sono una moralista, ma una cosa è certa: se dovessi anche solo sospettare che mia figlia a quell’età (ma anche dopo volendo) fa cose del genere, farei in modo che il pezzo più  grande di pelle che possa mostrare per i mesi successivi siano le narici che sbucano dalla tuta di gesso che le farei mettere a furia di sberle.
Speriamo che crescendo l’esperienza (e magari qualche simpatica malattia venerea che, senza gravi danni, gli faccia capire che darla come le caramelle non ha per conseguenza solo il cambiare il nome di battesimo in “bagascia”) riesca a farne delle persone, e non delle vacchette da riproduzione.

Siamo già al completo, grazie.

  • Ci sono poi le DDD (Donne che Dormono nel Domopack)
ovvero quelle signore, dai 45 anni in su, che passano la giornata a farsi fighe, a tirarsi come balestre e farsi foto con illuminazione fatta da flashbomb (si sa, la luce sparata in volto spiana le rughe, Gruber docet) con addosso vestiari adatti ai peggiori bar de Carcas. Dove non credo proprio si limiterebbero a servire Rum.
Il tocca genial trash ce l’hanno quelle che fanno la posa sexy e non si accorgono che nello scatto è rimasto anche il nipotino di 9 mesilasciatogli dalle figlie\nuore che vanno al lavoro.Evviva le nonne.Ma la cosa bella è che non sono queste due categorie quelle che mi preoccupano di più.Continuando il mio giro infernale (ah, in 30minuti quante cose si scoprono!)  ho incontrato diversi profili della categoria che io definisco

  • PEG (Piagnistei Emo Glitterati)

le quali col tempo mi hanno dato modo di sviluppare una teoria, che è ormai quasi una certezza:

La deficienza di queste utenti è direttamente proporzionale al numero di link glitterati, di frasi da autoaiuto, caratteri illeggibili ed immagini di gnocche random in posa simil riflessiva (preferibilmente in mezzo ad un campo di grano e con un’eterea camiciola bianca addosso) con frasi tipo “sono fatta così, un po’ stronza ma almeno uso il cuore e non la testa”.

Ah, ma non ci serviva che ce lo dicessi, tesoro.
E’ abbastanza evidente che non la usi.
La cosa preoccupante è che questa categoria “deborda”; non c’è un limite di età per iscriversi al club delle PEG, vanno dai 14 ai 70 anni. La fascia peggiore è certamente però quella che va dai 20 ai 30\35 anni.
Sono le pagine di queste giovani donne, di solito single (per scelta, comprensibile, di altri) che mi fanno sperare in un ritorno ai Secoli Bui. O quantomeno alla Caccia alle Streghe. Finirei di sicuro sul rogo, ma almeno non assisterei a certi scempi della dignità umana.
Quale senso, utilità, scopo può avere pubblicare una foto come quella descritta (NO, mi rifiuto di allegarne una a questo post, se ve lo state chiedendo)?
Senso? Nessuno, dal momento che di solito chi pubblica queste foto si comporta in modo diametralmente opposto al messaggio sparato in bacheca
[vedi ” sono una Donna, non sono una bambina, rispettami ed amami” seguito da frasi deliranti degne della 3° elementare.]
Scopo? Autoindulgenza, giustificazione per le proprie azioni, proselitismo tra altre PEG che non vedono l’ora di commentare ovvietà con altre ovvietà disarmanti.
[vedi “Gli uomini sono bastardi, il mio cane anche, ma lui non mi lascerà mai”. A parte il fatto che se il tuo cane potesse capire davvero quello che dici forse ti avrebbe già sbranata, è bello vedere come le tue amiche si scapicollino a scrivere “vero :’)” “loro sì che sanno cos’è la fedeltà!” “gli uomini sono tutti uguali” etc. Che poi loro siano delle scassapalle patentate è relativo.]
Utilità? Se non calcoliamo l’infinità di materiale per giustificare un blitz a casa di ognuna di loro per prenderle a randellate… Nessuna.
Nessuno dice che non si debba esprimere il proprio pensiero liberamente, per quanto becero, ovvio, melenso, insensato, deviato esso sia.
Solo almeno non siate così arroganti da pretendere che a nessuno venga voglia di “taggarvi ad un muro”.

Ovviamente, onde evitare denunce, non posso fornire i nomi delle mie “cavie” ma credetemi, se non avete niente da fre (e se siete su FB è così) e volete investire 10\20minuti al massimo, ne troverete tante da farci un album di figurine.
Non passerò mai più le mie pause a saltellare random su FB, ho già troppe nevrosi di mio per aggiungerne altre.
Il mondo è bello perchè avariato, diceva sempre il mio prof di cucina.
Quanto aveva ragione.
 
7 commenti

Pubblicato da su luglio 8, 2012 in umanoidi vari

 

Tag: , , , , ,

7 risposte a “Lo zoo di FB – Le donne. Parte prima.

  1. MrChreddy

    luglio 9, 2012 at 8:53 am

    Ahahahahah… mi hai fatto piegare dal ridere… le PEG sono le migliori, nella mia carriera FBistica ne ho raccolta qualcuna tra gli amici ed è sempre un piacere vedere i link che spammano di volta in volta, le foto emo-sbirluccicose con le frasette ad hoc su: cuore, anima, intelligenza, fedeltà, autosufficienza sentimentale ecc…ecc…
    Comunque non ti credere, ci sono anche uomini PEG che condividono le foto di Vin Diesel in canotta con frasi a effetto che mettono in risalto la forza interiore, l’intelligenza e la voglia di andare avanti… magari a 100 all’ora contro una bella sequoia secolare, che lei non si fa niente, ma loro si spalmano che nemmeno la nutella lasciata al sole estivo.

    La mia teoria è che FB, quando aveva pochi utenti, aveva una media di intelligenza molto alta, ora che gli utenti si sono centuplicati, la media di intelligenza è rimasta uguale all’inizio…😀

    In ogni caso continua così sei davvero divertente, ti aggiungo in home page tra i “blog amici” chissà che qualche disgraziato che passa da noi non faccia un salto pure da te…😉

     
    • danilashinja

      luglio 9, 2012 at 3:43 pm

      Ma grazie, il fatto che mi segnali tra i blog da leggere e non alla neuro mi lusinga!
      Appena ho capito come stravolgere il cubo di rubik del mio template faccio anche io una sezione coi blog raccomandati e vi ci piazzo sopra ^_#

       
  2. Kindle Paperwhite review - YouTube

    luglio 16, 2013 at 6:01 am

    Wow! This blog looks exactly like my old one!
    It’s on a completely different subject but it has pretty much the same layout and design. Wonderful choice of colors!

     

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: