RSS

Lo Zoo di FB – Due Cuori e un Profilo

20 Set

Facebook è il male.

S’era cominciato a sclerare sulla fauna che popola FB qualche post fa, parlando degli esseri vaginodotati ma cerebro mancanti.

In quell’occasione avevo citato un’altra specie che, ahi noi, non è affatto in via d’estinzione, anzi si moltiplica con la rapidità di una massa di conigli che sniffano Viagra. Sono i Due Cuori e un Profilo.

Individuarli è fin troppo semplice: cercando tra i profili di FB vi troverete davanti nomi così lunghi che solo il Re di Spagna Juan Carlos Alfonso Víctor María de Borbón y Borbón-Dos Sicilias (Giuà per gli amici) gli fa concorrenza.

Alcuni esempi (inventati), per la gioia della vostra gastrite, delle varianti di questo profilo, con tratti salienti e consigli per non rimanere coinvolti nella loro spirale di merda lista di FB.
{Gli esempi son da leggersi come nome / cognome}:

I MANICHINI.

Sono quelli che riportano il nome fedelmente, stile etichetta del citofono:
Sonia Polidori / Marco Nacchi

La mia vita è PEEERFETTA.

Caratteristiche:

Felicità e passionalità a palate, questi profili di solito sono aperti da mogli frustrate di professionisti stakanovisti che manco sanno di essere su FB. Nel 90% dei casi nel profilo si trovano foto in abito da sera, a paVty importanti oppure occasioni sociali di rilievo.

Lo schema della foto è sempre lo stesso: sfondo di ristorante pacchiano. Marito tirato a lucido con aria imbolsita da mollicone, personaggio di spicco di turno (vedi: sindaco, presidente asl, avvocato, Gabibbo etc) moglie che riluce di creme per mantenersi giovane, con piega al kevlar e vestito costato quanto un viaggio intorno al mondo. Sorrisi da alligatore del Nilo, talmente tirati da ricordare il video di Black Hole Sun, dei Soundgarden. (vedi foto)

Frase tipo:
“La serata trascorsa in compagnia dei Signori Taldeitali è stata corroborante.”
Manco mia nonna usa la parola corroborante.

Come evitarli:
Se potete non aggiungeteli(le), ma se proprio vi capita c’è solo una cosa da fare, cioè evitare di pronunciare le parole “lavoro” “segretaria” ed “orario“. Se non rispetterete questa regola la Desperate Houswife vi travolgerà con un mare di lagnanze e sofferenze uniche. Altro metodo è iniziare subito a raccontare nel dettaglio quanto voi amiate interagire con extracomunitari, soggetti da recupero, tossici ed affini. A queste persone piace aiutare il prossimo (fa cuVViculum) ma non venirci in contatto diretto. Quindi voi, in quanto tramite, verrete lasciati in pace, pur di non rischiare un contatto.

===============================================================================

I DUDUDADADA

Preparate l’insulina. Condividono tutto, sono sempre appiccicati, anche nei nomi:
DeboraHeFrancesco / PizzAeFichi

Dudu dadadaaaaa

Caratteristiche:

CUORI. Ovunque. Stelline, glitter, gattini, puccipucci e dudududadada. Gli imbecilli che creano questa fusione di cellule random non sanno cosa voglia dire il contegno. Si urlano TI AMO! in bacheca, creando uno straniante effetto doppler, dal momento che il nome che pubblica (o meglio si auto pubblica) è sempre lo stesso, e si mette pure i mi piace:
es: Status

DeboraHeFrancesco PizzAeFichi: Ti Amo cucciolo!
(commento) DeboraHeFrancesco PizzAeFichi: Sei la mia vita cucciola!
(commento) DeboraHeFrancesco PizzAeFichi: Insieme per sempre patatina
(commento) DeboraHeFrancesco PizzAeFichi: Per sempre, tato mio!

E via dicendo, tra una bestemmia e l’altra di chi incappa in loro.
Le foto di solito hanno cornici PACCHIANE a forma di cuore o altri gadget Perugina, piene di scritte che farebbero cadere tipo quaglia abbattuta anche Cupido.

Frase tipo:

“La vita non mi ha mai capita, ma tu mi completi, sei la mia metà di mela zuccherata, il motivo per cui respiro esisto ed amo edaltreminchiaterandomafondomelassa”

Gh.

Come evitarli:

Tranquilli, basta temporeggiare. Di solito questi minchioni a furia si fracassare l’anima al mondo intero finiscono con l’esaurire il glucosio da diffondere nell’aree tipo Ambipour e mostrarsi per quel che sono: gretti personaggi. E si lasciano scannandosi mentre chi se l’è sorbiti fino a quel momento mangia pop corn.

E’ meglio de “La guerra dei Roses”!

===============================================================================

GLI ARALDICI

Riescono ad inserire nel nome i parenti fino alla 4° generazione. Di solito il nome è composto da mamma (perché è SEMPRE la donna l’artefice di ste cazzate galattiche) papà e figliolame con nome da telefilm anni ’90:
AntonellaGianniJoshuaBrenda / Family

Una famiglia davvero seria.

Caratteristiche:

Guardateli e fate conto di vedere già un ramo dell’evoluzione umana da potare. Questi sono la versione 2.0 dei DuduDadada, nella loro forma peggiore. Sono riusciti a trovare un modo per rinnovare l’energia malefica della sdolcinatezza, prolungandola quel tanto che è servito per fare un enorme dispetto alla società: si sono riprodotti. Quindi abbiamo due trapanati nel cranio Senior ed un (o più) portatore sano di imbecillità Junior.
Foto di famiglia a gogo, dove la vita quotidiana del bambino viene vivisezionata, pubblicando TUTTO. Dalla foto col primo costume di carnevale, alla classica foto con le chiappotte al vento, alla prima pupù nel vasiiiIIIIIno che braaaaaavo (immagino le voci quando vedo certe foto) mentre dorme, mangia, in braccio a nonnanonnnozioziacuginotipoxchepassavadila, la mamma che lo porta in giro in passeggino, il papà che lo tiene in spalla, lui con le dita nel naso non-si-fa!
Ed un sacco di altro materiale che ha reso enormemente felici quelle merde umane dei pedofili.

Frase tipo:
“Vedere il nostro piccolo fare i primi passi è una gioia indefinibile, fatene uno anche voi, così saprete di che parlo!”
Guarda, ora come ora sto bene nel mio mistero.

Come evitarli:
Se conoscete qualche famigliola così, specie se recentemente formata, e voi siete dei tipi come me, ovvero “vivo lascio vivere ma non sottovaluto il sopprimere” evitate di interagirci. Cercheranno in tutti i modi di farvi dichiarare che avere figli famiglia e tutto il pacchetto Mulino Bianco è faaaaAAAAaantastico. Che lo sarà pure, ma potrò decidere io quando avere un bambino? No. Loro vogliono che lo fai SUBITO. “Così poi portiamo i bimbi a spasso insieme!” Piuttosto uscirei col Conte Ugolino. Quindi se volete salvarvi evitate i contatti, o pubblicate ogni tanto qualche battutina acida sui bambini. Oppure affrontateli. Contattateli per primi. Ed in mezzo al discorso buttate lì un ” a me piacciono i bambini. Quelli degli altri, che dopo poco se ne tornano a casa loro.” Se vi va bene da quel momento verrete visti come “un orco” e nessuno cercherà più di tediarvi con pappine pupù pannolino e pipì. Almeno spero.

===============================================================================

Il brutto è che questi sono solo tre esempi, e nemmeno nelle loro forme evolute di mostri sociali. E sarà sempre peggio. Forse è da Facebook che partirà la fantomatica invasione zombie di cui tanto parlano? A me sembrerebbe sensato.

 
5 commenti

Pubblicato da su settembre 20, 2012 in umanoidi vari

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

5 risposte a “Lo Zoo di FB – Due Cuori e un Profilo

  1. Brunez

    settembre 20, 2012 at 12:16 pm

    sono esattamente le cose che penso anch’io. e ammetto che se trovo orrendi ma abbastanza innocui le coppie di manichini in menopausa o di bimbiminkia glitterati invece proprio non posso reggere le coppiesposate al loro primo figlio, con sto poveretto che decenni prima di poter dire la sua a riguardo del postare i cazzi propri sui internet è già esposto ai quattro venti fin dalla più tenera età, pure quando deve svuotare le parti basse. questi entusiasti produttori di bambyni veramente mi spaventano, perché la loro progenie (che verrà cresciuta a immagine e somiglianza dei propri genitori) sarà il grosso dell’umanità del futuro

     
    • danilashinja

      settembre 20, 2012 at 12:19 pm

      Esatto. Le prime due sono già di per sé un triste specchio dei tempi correnti, ma la terza è qualcosa di inquietante, specie per il fatto che giustamente dicevi tu: questi poveri bambini hanno già fatto vedere tutto di sé al mondo e manco lo sanno. Si crea una nuova e più forte generazione di attention whores, cosa che sinceramente mi preoccupa non poco.

       
  2. Mentira

    settembre 23, 2012 at 1:17 pm

    ahahahah, sono fuori da tutto questo ciarpame… non ho facebook e non ne sento il bisogno…..eh non mi salterebbe ma in testa di usare i profili degli altri… poi..

     
    • danilashinja

      settembre 24, 2012 at 7:10 am

      Ciarpame. Termine davvero adatto, Mentira!😀

       

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: